L’algoritmo che ha cambiato radicalmente il modo di distribuire la musica nel mondo, avviando una vera e propria rivoluzione nella creazione delle playlist personalizzabili, oggi compie vent’anni.
Il 14 Luglio 1995, infatti, nasceva l’Mp3, l’algoritmo per la compressione del suono di tipo lossy.

 

L’invenzione è tutta Made in Italy. Il suo sviluppo si deve ad  un team di lavoro          internazionale coordinato dall’Ingegnere Leonardo Chiariglione, fondatore del gruppo  MPEG a cui aderiscono trecento esperti, in rappresentanza di venti paesi da tutto il  mondo e provenienti da diversi settori dell’audio e video digitali.
Al team si deve la creazione del formato standard MPEG-1, MPEG-2 oltre che dell’MP3.

 

L’Mp3 si basa sull’algoritmo di Huffman, grazie al quale è possibile ridurre drasticamente  la quantità di dati richiesti per memorizzare una traccia musicale,

senza eccessiva perdita di qualità.
Tutto ciò ha permesso una massiccia diffusione di  un elevata quantità di canzoni, compresse in poco spazio e facilmente trasportabili.
E pensare che prima dell’ Mp3 per memorizzare una canzone era necessario l’utilizzo di supporti di memoria di almeno 40 Megabyte.
Oggi, grazie all’Mp3, lo spazio necessario si è ridotto al minimo; sono necessari solo 3, 4 Mb per ogni singolo brano. Le nostre playlist preferite possono così accompagnarci in ogni momento, creando una vera colonna sonora per tutte le attività della giornata.

Non ci resta che augurare Buon Compleanno all’Mp3 e, se vi fosse venuta voglia di acquistare un lettore musicale,  trovate tantissimi prodotti che fanno al vostro caso qui!!